Quando scegliere la cassaforte a due battenti?

La cassaforte a due battenti si presenta come un grande e solido armadio con due sportelli di apertura. Essa è di notevoli dimensioni e, come è facile immaginare, di un considerevole peso, quindi viene utilizzata in ambiti professionali molto specifici.

Utilizzatori della cassaforte a due battenti.

I principali utilizzatori di questi mezzi forti sono le banche, ma anche gioiellieri, alberghi e aziende che devono mettere al sicuro ingenti quantità di denaro, come supermercati molto grandi e agenzie di trasporto valori.

All’interno della cassaforte a due battenti possono essere riposte cassette di sicurezza, beni di alto valore e oggetti voluminosi che non si potrebbero custodire in una cassaforte non progettate per questo utilizzo.

Sicuramente questo mezzo di sicurezza non è impiegabile in una comune casa, sia per le dimensioni, sia per il peso, ma è uno degli strumenti indispensabili a coloro che lavorano in ambienti con forte possibilità di furti e rapine.

 Come è fatta la struttura?

Generalmente queste casseforti hanno un’alta resistenza allo scasso, assimilabili al grado di sicurezza di quelle certificate con livello dal due al cinque*.

Presentano una corazzatura interna realizzata con speciali materiali che garantiscono un’alta resistenza e sistemi di chiusura in grado di contrastare efficacemente tentativi di effrazione fatti con strumenti meccanici e termici.

La struttura esterna della cassaforte è fatta di acciaio spesso che rende ancora più robusta e inviolabile la struttura.

Anche i chiavistelli e cardini devono essere progettati per fare in modo che non ci siano criticità e che, quindi, tutto l’insieme che costituisce la cassaforte a due battenti diventi un corpo unico molto solido.

Le serrature impiegate sono sofisticate e, oltre a quelle meccaniche con apertura a chiave e a combinazione, possono essere personalizzate a seconda delle esigenze dell’utilizzatore.

Ad esempio un istituto bancario potrebbe avere necessita ti temporizzare l’apertura della cassaforte con una serratura elettronica.

Per saperne di più su questo ed altri tipi di casseforti si può contattare Conforti, una delle principali aziende operanti nel settore della sicurezza.

*Una cassaforte si definisce certificata quando risponde alla direttiva europea UNI EN 1143-1, che descrive una classifica dei mezzi di custodia a seconda della valutazione dei criteri di sicurezza. I gradi di sicurezza sono quattordici, ma quelli che definiscono la sicurezza della cassaforte sono principalmente quelli dall’uno al cinque, oltre di essi sono identificati i caveaux e i mezzi forti con porte corazzate.