Aereo in ritardo: ecco come richiedere il rimborso

Il vostro volo ha avuto un ritardo considerevole?

Avevate delle coincidenze che avete perso a causa del ritardo aereo?

Siete rimasti bloccati in aeroporto, senza ricevere nessuna assistenza?

In tutte queste situazioni, sappiate che avete diritto a richiedere il rimborso ritardo aereo.

Il rimborso ritardo aereo può essere richiesto nel momento in cui si verifichi un ritardo di minimo 3 ore. In questo caso, per richiedere il rimborso ritardo aereo, sarà necessario presentare la prenotazione, il biglietto (basta anche la mail di conferma della compagnia aerea) e l’eventuale carta d’imbarco, la copia di un proprio documento di identità, una descrizione sintetica ma dettagliata dei fatti, e le eventuali spese extra, con scontrini e fatture, sostenute a causa del ritardo del volo, entro due anni dall’accaduto.

È bene sapere, però, che il rimborso ritardo aereo può essere ottenuto solo nel momento in cui la compagnia aerea non possa dimostrare che il ritardo sia stato conseguenza di circostanze straordinarie che non potevano essere evitate, come maltempo, scioperi, problemi di sicurezza, ecc.

Il rimborso, inoltre, può comprendere anche la fornitura di pasti e bevande in congruità con l’attesa; la sistemazione in albergo e trasferimenti da e per l’aeroporto nel caso siano necessari uno o più pernottamenti; e la possibilità di effettuare due telefonate. Nel caso in cui si perdessero le successive coincidenze a causa del ritardo, si può richiedere che anche queste siano comprese nel rimborso ritardo aereo.

Per avere maggiori maggiori informazioni e scoprire come inviare la richiesta per il proprio rimborso visitate il sito di ItaliaRimborso, di cui troverete il link nell’articolo. ItaliaRimborso ti assiste gratuitamente al fine di farvi ottenere l’indennizzo, previsto per il ritardo del volo dettato dalla Carta dei Diritti del Passeggero.

Non aspettare oltre: visita subito il sito anche tu, e scopri quali sono i tuoi diritti.